Generazione Yuotube: il potere del linguaggio visivo

Sulla potenza del messaggio video rispetto a quello testo ormai non ci sono più dubbi, tanto che gli studi di settore (fonte: https://www.forrester.com/home/) mettono in luce che 1 minuto di video vale come 1.8 milioni di parole.
In una società cresciuta a pane e televisione, affamata di storytelling, devota alle immagini, il video rappresenta lo strumento più efficace di comunicazione:
– Su Facebook, le 10 pagine Brand più popolari, riescono ad ottenere l’engagement maggiore con la immagini ed i video;
– I video sono condivisi 12 volte di più della somma delle condivisioni di link e testi;
– In una settimana, 100 milioni di utenti compiono un’azione social su YouTube;
– Ogni giorno su Facebook vengono guardati 500 anni di video di YouTube e ogni minuto su Twitter vengono condivisi oltre 700 video di YouTube.

Vi starete probabilmente chiedendo: come posso ottimizzare l’efficacia di un video che intendo pubblicare su YouTube?

L’algoritmo di YouTube prende in considerazione numerosi fattori per il posizionamento di un video ma sicuramente il primo importante passo da fare è quello di selezionare le parole chiave più efficaci e adatte. I tag sono indispensabili per far comprendere a YouTube l’argomento dei nostri video ed aumentarne la reperibilità.
I tag influiscono sia sulla ricerca all’interno di YouTube che in quella su Google, sia sulla possibilità che i tuoi video vengano consigliati da YouTube ad utenti con interessi compatibili oppure che compaiano come “related video” rispetto a video che utilizzano le stesse parole chiave. Fanno sì che il tuo video compaia molto più spesso nei risultati di ricerca e che quindi ottenga un maggior numero di visualizzazioni.

3 consigli per rendere efficace l’uso dei tag:

1. Inserisci come primi TAG le parole contenute nel titolo e nelle prime righe della descrizione
Le prime parole chiave devono descrivere esattamente il contenuto del video ed andare a rafforzare l’efficacia dei termini già inseriti nel titolo e nella descrizione.

2. Inserisci prima TAG più specifici e alla fine TAG più generici
Utilizza degli strumenti online per individuare altri tag specifici da aggiungere e tag generici che andranno ad espandere il campo semantico del video. Ci sono diversi tool online ma quello che consiglio è Keywordtool.io/youtube.

3. Estrapola TAG dai titoli di video già popolari su YouTube
Individua i video sul tuo argomento o del tuo settore che sono già ben posizionati nei risultati di ricerca di YouTube ed estrapola ulteriori parole chiave dai loro titoli. Questo consentirà al tuo video di comparire come “video consigliato” vicino a video che ricevono già molte visualizzazioni.

Sei interessato ad approfondire queste ed altre tematiche sull’utilizzo di Youtube? Rolleri Cultura d’Impresa ha programmato a questo scopo l’evento formativo “Social Media Marketing: LinkedIn e Youtube per l'azienda” che si terrà in data 25/09/2015 dalle 14.00 alle 18.00. Per conoscere il programma del corso e tutte le informazioni di servizio consulta il nostro sito aziendale all’indirizzo: http://goo.gl/EhXpI2